Voci in Circolo

blog del circolo PD di Marineo


Lascia un commento

Referendum Costituzionale

Domenica 4 dicembre, dalle ore 7:00 alle 23:00 si voterà in merito alla riforma Costituzionale.
Non sarà necessario raggiungere il quorum.
 

Nel caso in cui abbiate ancora qualche dubbio su cosa votare o vogliate approfondire la riforma, trovate di seguito il link del testo a fronte con la Costituzione vigente.

Riforma Costituzionale

111


Lascia un commento

Bilancio di previsione 2015: dichiarazione di voto del gruppo consiliare del PD

[4 gennaio 2016]

Dopo quasi un mese dalla prima seduta del C.C. sull’attuale punto all’ordine del giorno, questa sera si è arrivati, finalmente, al voto finale.

Il rinvio delle sedute, sicuramente non ostruzionistico o strumentale come vuole fare apparire qualche Consigliere afferente al Sindaco, è stato un atto consequenziale all’atteggiamento, quello si ostruzionistico e irresponsabile, del Presidente del C.C. che, lungi dallo svolgere il proprio ruolo di garante delle prerogative di ogni singolo consigliere, si è fatto portavoce e paladino delle esigenze e del volere del Sindaco e della sua giunta, che avevano interesse affinchè non venisse stravolto il loro documento, rinnegando, di fatto, quel ruolo che deve svolgere chi presiede quest’assise elettiva e ledendo nel contempo i diritti di tutti quei cittadini che hanno affidato ai propri rappresentanti in quest’aula la loro voce.

È innegabile che senza tale ostruzionistica e perseverante presa di posizione questo bilancio sarebbe già stato approvato da tempo; magari con qualche modifica ma sicuramente condiviso da tutti.

I consiglieri del PD ritengono quindi doveroso affidarsi  a queste pagine la propria dichiarazione, a salvaguardia della verità e per rispetto dei propri cittadini. Questo bilancio non è il nostro bilancio; non abbiamo potuto neppure contribuire a renderlo un po’ nostro; non ce n’è stata data la possibilità: eppure responsabilmente, come siamo usi affrontare l’impegno assunto con i nostri concittadini, abbiamo partecipato sempre ad ogni singolo consiglio; abbiamo studiato il documento e cercato di essere portavoce delle necessità della collettività. Non siamo riusciti a realizzare quanto da noi proposto, ma pur tuttavia doteremo questo Comune di un bilancio, con grande senso di responsabilità. Cosa di cui questo Sindaco e la sua giunta hanno manifestato di non possedere.

Non daremo né a lui, né ai suoi assessori, un’altra scusa dietro quale nascondere la loro incapacità. E non servono altre dichiarazioni per chiarire il totale fallimento politico del Sindaco e del suo programma elettorale e politico. Non servono altre parole , perché è sotto gli occhi di tutti, e nei prossimi giorni quello che non lo è lo evidenzieremo noi, che non solo questo governo cittadino ha manifestato una chiara inettitudine programmatica, ma è capace persino di fare perdere le cose già ottenute da altri.

Continua a credere che il paese che è stato chiamato ad amministrare sia fatto da ignoranti e creduloni; continua a propinare balle pubbliche: VERGOGNA
Abbiate il coraggio di affrontare i vostri concittadini direttamente e dire  in una pubblica assemblea, con un contraddittorio, quello che avete avuto il coraggio di scrivere: BUGIARDI!

Dichiarate che andranno persi il 2% del bilancio partecipato. Ma cosa avete fatto voi per rendere questo 2% tale? Quale riunioni? Quali incontri con i cittadini? Negli altri paesi si è dato risalto con pubblici incontri e la gente ha deciso! LA GENTE!  Non voi!

E avete anche il coraggio di dichiarare ancora, in quest’aula, che volete il bene dei cittadini!
Anche il Sindaco continua a sostenere che lui ha a cuore il benessere dei marinesi. E vuole Sindaco che gli stessi le credano? Siamo noi i cattivi? Siamo noi quelli che non le permettiamo di amministrare? O siamo noi quelli che hanno, sempre e comunque, cercato di darle un’altra possibilità? Ma abbiamo visto sbriciolarsi sotto i nostri occhi ogni forma di democratico dibattito; ogni forma di democratica possibilità di lavorare di comune accordo.

Abbia quindi il coraggio di dire come stanno le cose realmente. Abbia il coraggio, almeno per una volta, di prendere coscienza che è lei , e la sua giunta, il vero ostacolo per una crescita economica e sociale del nostro paese.

Noi saremo ancora qua, a verificare, a controllare e a dire la nostra.
Ma soprattutto a rappresentare i cittadini tutti. Noi saremo la spina al suo fianco; il suo grillo parlante; la sua coscienza estrema.

La legge ci impone degli obblighi e noi la legge la rispettiamo. Ci impone di dotare questo comune di un bilancio? E lo faremo.
Ma attento. Che sia chiaro. l’aspettiamo al varco. Si è assunto l’onore di amministrare Marineo e con esso un onere. Adesso  dimostri di esserne capace.

image